Federico Taddia

Parlo, scrivo e scrivo per altri che parlano

Seguimi

#daleggere

Viaggio nella tana di Lucio Dalla dove era Natale tutto l’anno



A tre anni dalla morte del cantante si apre per noi l’appartamento bolognese. Molti presepi e centinaia di oggetti, sacri e profani, raccolti dall’artista.

(Leggi su La Stampa)

#daascoltare

Dalla Barbagia all'Europa



Partiamo dal cuore della Sardegna, da Gavoi, dove l'Associazione Culturale Malik, ha avviato NEET (New Eyes & Toys) un progetto europeo finanziato dal Programma Erasmus Plus dedicato a giovani della Barbagia che non sono impegnati in nessun percorso di studio, lavoro, formazione, apprendistato. I dieci ragazzi selezionati saranno coinvolti in un percorso di crescita orientato all'acquisizione di competenze nel campo dell'imprenditorialità, in collaborazione con alcuni coetanei proveniente dai paesi partner Croazia e Portogallo. Claudia Sedda, coordinatrice del progetto per l'Associazione Malik, ci spiega di cosa si tratta.

(Ascolta su Radio 24)

#daleggere

R come Respiro



«Ero stanco di percepire ovunque la presenza, costante e penetrante, dell’inquinamento: quindi ho scelto di usare l’arte per visualizzare il mostro che distrugge i nostri polmoni». Polvere di città che diventa tinta per reinterpretare il paesaggio, cinquanta e oltre sfumature di grigio con le quali dipingere tele di denuncia e speranza: è questa la tecnica scelta da Alessandro Ricci, fiorentino di 46 anni, una laurea in scienze naturali e oggi, come ama definirsi, insegnante ultra precario.

(Leggi su La Stampa)

#daascoltare

Giovanni Allevi: "L'Europa è parte del nostro DNA, del nostro modo di essere e sentire"



Il compositore e pianista presenta il suo tour europeo ai microfoni di Federico Taddia e parla del suo ultimo album dal titolo Love...

(Ascolta su Radio 24)

#daleggere

D come Dettaglio



«Mi sono chiesta se potevo fare arte con qualcosa che già esisteva, ribaltando il concetto di arte urbana: così sono diventata una “stampatrice pirata”, trasformando in grafica un elemento invisibile, ma caratterizzante, di ogni città». Dipingere, tagliare, incollare e sperimentare: sono queste da sempre le passioni di Emma-France Raff, artista esperta in design tessile, nata in Francia, cresciuta nelle campagne portoghesi e ora berlinese d’adozione. E proprio dalla capitale tedesca ha lanciato il suo stravagante progetto creativo: utilizzare i tombini come timbri giganti con cui realizzare magliette, giacche e borsette.

(Leggi su La Stampa)

#daleggere

La sorpresa nell’ovetto: da “tesoro” dei bambini a mania da collezionisti



E' nato prima l’uovo o la sorpresa? Dilemma insignificante: per Michele Ferrero, l’uomo che ha tradotto in golosità il pensiero divergente, quello che faceva davvero la differenza era l’idea. Come, appunto, l’intuizione di far rivivere ai bambini tutto l’anno l’attesa e l’ebbrezza del giorno di Pasqua: rompere un uovo di cioccolato per il piacere di gustarsi la sorpresa.

(Leggi su La Stampa)

#daascoltare

Massimiliano Gatti: "Ho fotografato gli oggetti dei migranti per cercare di comprenderne le motivazioni"



"Lampedusa o dell'esteso deserto" è il titolo del progetto di Massimiliano Gatti che ha fotografato gli oggetti dei migranti ritrovati in mare e raccolti dall'Associazione Askavusa a Lampedusa. L'artista, ospite a L'altra Europa, spiega il significato e gli obiettivi del suo lavoro.

(Ascolta su Radio 24)

#daleggere

F come Felicità



«Amo fotografare i bambini, fissare le loro espressioni spontanee quando ridono e mentre giocano, cogliere gli istanti in cui sono allegri e spensierati: voglio raccontare al mondo il volto bello della Palestina». Desiderava fare questa professione da quando a 16 anni prese per la prima volta una macchina fotografica in mano, e oggi, che di anni ne ha 27, Momen Faiz, ha finalmente coronato il suo sogno.

(Leggi su La Stampa)

#daleggere

M come Mozzafiato



«Mi piace viaggiare e scattare foto, ma una cosa senza l’altra perderebbe di significato. Se smettessi di viaggiare non continuerei a fare foto, se non avessi più con me la mia macchina fotografica, smetterei di viaggiare: mi sentirei frustrato di fronte a una vista mozzafiato se non potessi condividerla attraverso lo scatto». Si definisce un «mountain photographer» Karol Nienartowicz, 29 anni, artista polacco esperto in grafica e tecniche di animazione, che da quattro anni ha dato via ad un progetto ambizioso e suggestivo: fotografare tutte le montagne d’Europa.

(Leggi su La Stampa)

#daguardare

Nautilus: Anima artificiale



In Giappone si stanno diffondendo ad una velocità impressionante i robot badanti, i robot camerieri, i robot da compagnia, i robot che eseguono complicati interventi chirurgici. Oggi i robot presentano anche capacità cognitive e decisionali che tendono ad avvicinarsi alle nostre. Ma cosa può succedere se nei robot ‘immettiamo’ anche i sentimenti? E che dire se un domani i robot avessero una coscienza? Sarebbero nostri complici o nemici?

(Guarda tutte le puntate sul portale Rai Scuola)

#daleggere

C come Cambiamento



«I miei disegni invitano a condividere l’urgenza del cambiamento climatico: l’arte può facilitare la comprensione di quello che sta accadendo in maniera più profonda ed immediata, aiutandoci a trovare uno spirito propositivo nell’ammirare lo stravolgere del paesaggio». Imponenti iceberg dalle cangianti sfumature, irregolari e imprevedibili lingue di ghiaccio che scendono tra le rocce, onde violente e fragorose che si infrangono sulla retina: è questa la natura immortalata dai gessetti di Zaria Forman, pittrice nata 31 fa a Piermont, negli Stati Uniti, che ha scelto di urlare l’allarme ambientale con quadri che sembrano foto.

(Leggi su La Stampa)

Archivio

12 OTTOBRE 2014
PERCHE’ I VULCANI SI SVEGLIANO?





Fiera delle Parole
Ore 11. Palazzo della Ragione.
Padova.
INFO
17 OTTOBRE 2014
COMUNQUE LEGGERE

Con Silvia Avallone e Claudio Giunta.



FuturoalPresente
Ore 9.30. Dom – La cupola del Pilastro.
Bologna.
INFO
18 OTTOBRE 2014
LA SIGNORA DELLE STELLE
Il ricordo di Margherita Hack, con Corrado Lamberti e Gianluca Ranzini.
Festival dell’innovazione e della scienza.
Ore 17.30 - Biblioteca Archimede, Sala Levi.
Settimo Torinese (TO)
INFO
27 OTTOBRE 2014
NAUTILUS, I PROTAGONISTI DELLA SCIENZA

Inizio nuova stagione.




Ore 21.
Tutti i giorni su Rai Scuola
INFO

Foto

Io

Conduco “L’altra Europa” su Radio24, “Nautilus” su Rai Scuola e “Big Bang” su DeaKids. In passato mi avete incrociato a "Screensaver" su Rai3, a "L'Altrolato" su Radio2, a "Pappappero" e a “Mine Vaganti” sempre su Radio24. Collaboro ai testi di Fiorello, al programma "Ballarò", con Topolino e con il quotidiano "La Stampa". Ho firmato qualche libro, tra i quali "Mamma posso farmi il piercing", scritto con Federica Pellegrini, "Perché le stelle non ci cadono in testa?" e "Nove vite come i gatti" scritti con Margherita Hack, "Perché siamo parenti delle galline?", scritto con Telmo Pievani, e, insieme a Claudia Ceroni, "Fuori luogo: inventarsi italiani all'estero". Ho vinto il “Premio Alberto Manzi” per la Comunicazione educativa, il “Premio Forte dei Marmi” per la satira politica e il “Premio Andersen” per la miglior collana di divulgazione scientifica per bambini. Sono un appassionato di Europa, di scuola e di storie piccole, originali e virtuose, che ho il privilegio di poter raccontare in radio, in tv e sulla carta.
Federico Taddia
fede@federicotaddia.com