Federico Taddia

Parlo, scrivo e scrivo per altri che parlano

Seguimi

#daleggere

La donna che fotografa le bolle di sapone



L’insegnante di musica Jane Thomas, 61 anni, sta incantando il mondo con i suoi scatti. «Tutto è merito di mio marito Geoffrey e della sua completa cecità»

(Leggi su La Stampa)

#daascoltare

Giovani e nuove narrazioni europee



Il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini ospite ai microfoni di Federico Taddia per parlare della giovane Europa fatta di scambi, cooperazione e mobilità tra sistemi d'istruzione e percorsi di solidarietà. A seguire parliamo del programma europeo di lotta al bullismo e al cyber bullismo con Daniele Grassucci, del Safer Internet Center.

(Ascolta su Radio 24)

#daguardare

Nautilus: caccia al ladro



Nello, sport, superare i propri limiti legalmente si può, ma per abbatterli c'è anche qualcuno che intraprende la scorciatoia del doping, il lato oscuro dello sport. Oggi i controlli sugli sportivi vengono pianificati grazie all’attività di “ispettori investigativi antidoping” ma anche e soprattutto di chimici. Ne parliamo con Francesco Botrè, chimico, che ci racconta di come fare antidoping significhi fare attività di intelligence, una sorta di guardia e ladri che si batte a colpi di formule chimiche.

(Guarda tutte le puntate sul portale Rai Scuola)

#daascoltare

#UEperTE, la presenza concreta dell'Unione europea nella vita di tutti i giorni



Una sfida europea della biodiversità. Si chiama Diversifood ed è un progetto quadriennale finanziato dal programma Horizon2020 che ha avuto inizio a febbraio. Venti partner coinvolti, dodici paesi europei determinati a rilanciare alcuni saperi e sapori perduti come il farro della Garfagnana o il grano monococco. Ce ne parla il prof. Gianluca Brunori, professore di Politica Alimentare all'Università di Pisa, tra i partner del progetto. Si intitola #UEperTE ed è la campagna social della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea: quattro settimane dedicate a quattro temi diversi, per condividere, comunicare e informare i cittadini sulla presenza concreta dell'Unione Europea nella vita di tutti i giorni.

(Ascolta su Radio 24)

#daleggere

L’uomo che gira il mondo con la sua caffettiera



La porta ovunque e la fotografa: dalla Grande Muraglia cinese alla piazza Rossa a Mosca. La storia di Vincenzo Rusciano, globetrotter di 35 anni: «A Louvre la foto più difficile»

(Leggi su La Stampa)

#daascoltare

Sguardi a Oriente



La Rotta dei Fenici nasce per il Consiglio d'Europa come itinerario del dialogo interculturale nel Mediterraneo, attraverso cui si vogliono raccontare le vie del mare usate da Fenici, punici e altre civiltà per merci, saperi e culture alla base dell'odierna civilizzazione euro-mediterranea. La Rotta dei Fenici è anche un laboratorio en plein air, uno strumento per valorizzare alcuni degli approcci metodologici europei e cercare di tradurli in realtà a vantaggio delle comunità che vivono e lavorano lungo la Rotta dei Fenici. Ce ne parla Antonio Barone, direttore dell'Associazione Rotta dei Fenici.

(Ascolta su Radio 24)

#daleggere

R come Rinato



“Mi son gettato pel mondo come una palla da cannone, la gelida alba del 24 febbraio 1913”. E’ questo l’incipit della storia vera di Fernando, 23enne mantovano di inizio secolo, che con una valigia in mano esce di casa di nascosto con una sola meta: i propri sogni. Una storia lunga più di tremila chilometri, e racchiusa tra le lettere alla madre e alla sorella e in un suggestivo diario di viaggio, conservati in un malandato baule.

(Leggi su La Stampa)

#daleggere

“Faccio libri per bambini perchè dentro ho 7 anni”



Peter Usborne, uno dei colossi dell’editoria infantile settore in crescita, protagonista alla Fiera di Bologna «Sai qual è il mio segreto? Io, dentro di me, sento di avere 7 anni. La mia testa, il mio entusiasmo, la mia energia si sono fermati lì. Per questo percepisco cosa pensano e cosa vogliono i bambini: sono uno di loro»

(Leggi su La Stampa)

#daascoltare

Vie di Pace



Partiamo da Gorizia, dove è stata appena inaugurata "Pot Miru – Via della Pace", un itinerario che da Duino, sull'Adriatico, ripercorre il fronte dell'Isonzo, attraverso la pianura e il Carso goriziano fino alle Alpi Giulie. Una riflessione lunga 280 chilometri su quanto è successo un secolo fa durante la Prima Guerra Mondiale tra Italia e Slovenia.

(Ascolta su Radio 24)

#daleggere

M come Meraviglie



«Andare in pensione è dura, non sai proprio come fare ad arrivare a sera: io ho iniziato a lavorare a 12 anni, e nella vita ho fatto solo quello. Così, per passarmi il tempo, quasi per gioco, mentre montavo una recinzione ho iniziato a fare delle piccole sculture di acciaio: non sapevo neppure di saperle fare, ma da quel giorno non ho mai più smesso».

(Leggi su La Stampa)

#daascoltare

Ai confini dell'Europa



Giovani europei uniti per marciare contro mafia e illegalità. È quello che succede in occasione della Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie a Bologna, dove Libera ha organizzato un corteo il cui slogan è "La verità illumina la giustizia".

(Ascolta su Radio 24)

#daleggere

C come Connessione



«Non l’ho mai detto a nessuno: ma devo confessare che a Gerusalemme, davanti al Muro del pianto, ho avuto la tentazione di mettere una pennetta anche lì. Prima o poi vorrei davvero farlo». Eccolo svelato il sogno nascosto di Aram Bartholl, artista berlinese di 43 anni, che dal 2010 ha iniziato a disseminare, piantare e incastonare lungo il suo cammino chiavette usb. Ora sono già più di 1500 sparse in giro per il mondo, una dozzina anche in Italia, per un totale di quasi 10 mila giga di memoria, con tanto di mappa aggiornata sul dove trovarle e un video tutorial sul come fissarle sul sito www.deaddrops.com.

(Leggi su La Stampa)

#daleggere

P come Passato



«È un mio viaggiare nel tempo, per trasmettere in un modo diverso e divertente l’amore che da sempre provo per la storia: è il passato che rivive, diventando anche più comprensibile». Giocare, e far giocare, con l’antichità: è questa la missione di Monica Silvestri, 41 anni, una laurea in Conservazione dei beni culturali e una passione sfrenata per l’archeologia sperimentale. Rigore storico e manualità: nel suo laboratorio a Marta, sul lago di Bolsena, ricostruisce con tecniche e materiali originali i giochi dei romani, dei sumeri e degli egizi.

(Leggi su La Stampa)

Archivio

17 MARZO 2015
NON TEMETE PER NOI, LA NOSTRA VITA SARA' MERAVIGLIOSA

Presentazione del libro di Mario Calabresi

Ore 18
Centro Congressi Fondazione Cariplo - Via Romagnosi 8
Milano
INFO
21 MARZO 2015
BIG BANG MATEMATICA LIVE


Un viaggio tra i numeri con Bruno D’Amore

Ore 17,30
Festa della Matematica
Parco di Oltremare
Riccione
INFO
28 MARZO 2015
FINALMENTE IL FINIMONDO!


Spettacolo con Telmo Pievani e la Banda Osiris a Biennale democrazia

Ore 21,30
Teatro Regio
Torino
INFO
16 APRILE 2015
NON TEMETE PER NOI, LA NOSTRA VITA SARA' MERAVIGLIOSA

Presentazione del libro di Mario Calabresi al Festival del giornalismo

Ore 16
Sala dei Notari
Perugia
INFO

Foto

Io

Conduco “L’altra Europa” su Radio24, “Nautilus” su Rai Scuola e “Big Bang” su DeaKids. In passato mi avete incrociato a "Screensaver" su Rai3, a "L'Altrolato" su Radio2, a "Pappappero" e a “Mine Vaganti” sempre su Radio24. Collaboro ai testi di Fiorello, al programma "Ballarò", con Topolino e con il quotidiano "La Stampa". Ho firmato qualche libro, tra i quali "Mamma posso farmi il piercing", scritto con Federica Pellegrini, "Perché le stelle non ci cadono in testa?" e "Nove vite come i gatti" scritti con Margherita Hack, "Perché siamo parenti delle galline?", scritto con Telmo Pievani, e, insieme a Claudia Ceroni, "Fuori luogo: inventarsi italiani all'estero". Ho vinto il “Premio Alberto Manzi” per la Comunicazione educativa, il “Premio Forte dei Marmi” per la satira politica e il “Premio Andersen” per la miglior collana di divulgazione scientifica per bambini. Sono un appassionato di Europa, di scuola e di storie piccole, originali e virtuose, che ho il privilegio di poter raccontare in radio, in tv e sulla carta.